Il Vaso Governatore

 

Il Vaso Governatore (DU MAI, 督脈) fa parte degli 8 Meridiani Straordinari. Tra questi, solo 2 hanno dei punti propri: il Vaso Governatore, appunto, ed il Vaso di Concezione.

La denominazione di “Vaso” è dovuta al fatto che, mentre i meridiani sono assimilabili a “fiumi”, i vasi sono riconducibili a dei “laghi”, o bacini,  che sono dei veri e propri punti di raccolta per l’energia. Quando il qi nei vasi è molto, può scorrere con maggiore vigore in ognuno dei meridiani, proprio come i bacini colmi che riempiono i canali di irrigazione con un flusso imponente. La denominazione “Governatore” significa che, immagazzinando la qualità yang dei meridiani del corpo (corrispondente ai visceri, fu), è anche responsabile del benessere del rachide vertebrale, che è il timone del movimento. Ogni scompenso del Vaso si registra con algie e modificazioni delle curvature fisiologiche della schiena.

Il Vaso Governatore ha la sua origine nel dan tian inferiore, emergendo in superficie in corrispondenza del perineo (punto Hui Yin), la porzione di pelle e muscoli tra i genitali e l’ano. Da qui segue un percorso ascendente e centrale entrando nel sacro e risalendo la colonna vertebrale fino ad entrare nel cervello e raggiunge la cima della testa (punto Bai Hui), cominciando poi la sua discesa fino al frenulo tra la gengiva ed il labbro superiore. Da qui penetra in profondità e scende ancora, prendendo una diramazione secondaria, raggiugendo il Cuore e seguendo un percorso parallelo al vaso di concezione. Già da qui si intravede la presenza dello yin nello yang, che ci porta verso l’unione dell’orbita microcosmica, l’esercizio per ritrovare velocemente la propria vitalità ed il proprio centro, che regolarizza il flusso di chi nel vaso ed allevia i mal di schiena e spalle.

Altra considerazione interessante è che la colonna vertebrale, oltre a presentare il midollo spinale all’interno, è circondata da un sistema venoso  (Plesso di Batson) che provvede al drenaggio del sangue dagli emisferi cerebrali. La colonna vertebrale, l’albero della vita, possiede nella sua espansione una parte sottile e informativa yin ed una parte grossolana e nutritiva yang. Il plesso di Batson, poi, non ha pressione né valvole che dirigano la circolazione in un solo senso, ma si adatta seguendo l’equilibrio omeostatico dei sistemi circostanti. In ogni cosa si ritrova l’Unità. Come quando si guarda l’orizzonte sul mare…  l’Acqua si mescola con il Cielo e la linea non esiste più. E rimane solo l’Infinito.

Condivisioni

Comments 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *