Stomaco 36: guarire le 100 malattie

Ci sono molti punti dell’agopuntura che sono di facile accesso per un auto-massaggio veloce. Stomaco 36 è uno di questi, da stimolare per stare bene e mantenere la propria armonia.

Un auto-massaggio per prendersi cura di sé

zu san li ideogramma tao roma

Zu san li – ideogramma

Questo punto del meridiano di stomaco è noto per la sua efficacia preventiva: supporta il mantenimento di una condizione di equilibrio generale, quindi da utilizzare quando si sta bene ma, anche, quando sopraggiungono le “100 malattie”. E’ utilizzato per il trattamento di varie sindromi a carico dell’apparato digerente e del ginocchio, ma la cosa più gradevole da fare è massaggiarlo per qualche minuto quando si sta bene!

Prendersi cura di sé è un’attività di cui molti si dimenticano, trascinati dalla routine e dagli impegni della giornata. Dedicare del tempo a se stessi, al proprio corpo ed alla propria mente, permette di aver più energie a disposizione per rendere il proprio piccolo mondo sempre più bello da vivere, per sé e per gli altri.

Per massaggiare questo punto occorrono solo pochi minuti, e fatto con regolarità ed amore già dopo una settimana dà risultati di benessere. E’ di grande sostegno per l’elemento Terra, per questo si dice essere in grado di allungare la vita e ritardare l’invecchiamento: è quindi molto caro ai taoisti, che per mezzo di una vita lunga e semplice si allenano a vedere il riflesso di Dio, del Tao, nelle piccole cose di tutti i giorni.

Dov’è ed a cosa serve

Per localizzare il punto, si copre la rotula con il palmo della mano, come in figura, e si poggia la sporgenza dell’osso della tibia tra indice e medio. Proprio sotto il medio si nota una cavità molle, che il punto stomaco-36, Zu san li.

Nel Ling Shu, un classico della medicina cinese, si dice che “il centro del respiro è il mare del qi”, quindi VC-6 che ha la sede sotto l’ombelico, nell’addome. Oggi sappiamo che massaggiare Zu san li libera e sostiene i polmoni, permettendo una respirazione più facile e regolare: infatti un altro suo nome significa “mare del qi inferiore”. Vediamo altri benefici che si ottengono con un massaggio paziente di questo punto:

  • regola lo stomaco e l’intestino
  • aiuta nel caso di reflusso gastrico
  • lava la stasi di qi dovuta a debolezza dell’elemento terra (milza e stomaco)
  • tonifica il zheng qi
  • attiva il sistema linfatico
  • sostiene il sistema immunitario
  • allevia i dolori e le rigidità del ginocchio
  • utile da massaggiare in caso di ansia e preoccupazione
  • unito ad altri punti, viene impiegato come sostegno a chi smette di fumare

zu san li tao roma

L’auto-massaggio

Per massaggiare da soli questo punto, occorre essere seduti in una posizione rilassata, con i piedi ben poggiati per terra. Si possono adagiare le mani sull’addome (presso qi hai, GV-6 sotto l’ombelico) e fare 3 respiri per rilassare il sistema.

Da questo rilassamento, si può localizzare il punto: si copre la rotula con il palmo della mano, come in figura, e si poggia la sporgenza dell’osso della tibia tra indice e medio. Proprio sotto il medio si nota una cavità molle, che il punto stomaco-36, Zu san li.

Ora si usano l’indice ed il medio (come nella figura sopra) per massaggiare il punto per 8 volte, prima in senso antiorario e poi in senso orario. Questo completa un ciclo. Al termine di questo primo ciclo, si possono tornare a poggiare le mani sull’addome e fare 3 respiri. Al termine dei 3 respiri, si compie un altro ciclo di 8 massaggi in un senso e poi nell’altro.

Si possono fare 3 cicli, oppure 8 o 24, secondo il tempo a disposizione. Questo auto-massaggio va molto bene al mattino o durante la giornata, meno indicato la sera: potrebbe causare insonnia.

Da provare 1 volta per stare subito bene, da fare per una settimana tutti i giorni per stabilizzare il benessere, da fare per un mese ogni giorno per  recuperare energia e per agire al meglio nel proprio mondo!

Buon massaggio.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − 8 =