Un automassaggio per emergenza: caricarsi e rilassarsi

Due punti indispensabili da conoscere per accedere al dan-tianil nostro centro fisico ed energetico. Da usare in emergenza, o tutti i giorni per alleviare sindromi specifiche

punto emergenza tao roma

Come individuare i punti

Questi due punti giacciono sulla linea mediale del corpo, in corrispondenza con il Vaso di Concezione (corrispondono VC-4 eVC-6). Si trovano facilmente misurando 2 dita dal proprio ombelico e cercando il punto più tenero, e poi ancora 2 dita sotto (1 dito è 1 cun, misura standard diversa per ognuno: ognuno ha le dita di misura differente!). Una volta trovati, possiamo passare all’automassaggio.

Come eseguire l’autotrattamento

La pressione avviene con il dito medio, dove termina il meridiano di Pericardio. Questo meridiano corrisponde ad un Fuoco (si dice ministeriale, dove quello imperiale è il Cuore): si dice che proprio il fuoco è importante usare, per equilibrare l’Acqua. Con il dito medio, si preme e si massaggia nel senso che viene più naturale. Prima si preme e si massaggia Qi hai per 3 minuti (o fino a che si sente calore nell’addome), poi si passa a Guan Yuan, sempre 3 minuti( o fino a che il calore si intensifica).

Qi hai significa il “mare del QI“, quindi usiamo il Fuoco per scaldare l’Acqua; questo , come il punto  Guan Yuan, è in connessione con il Qi prenatale immagazzinato nei reni (ancora Acqua). Quando il Fuoco scalda l’Acqua, si sprigiona il vapore che sale al Cielo e nutre tutto il pianeta con la pioggia. Analogamente, questo vapore va a nutrire tutto il nostro corpo, tonificando le membra e l’umore ed anche… RILASSANDO!

Rilassa perché il massaggio approfondisce il contatto con il dan tian, il nostro centro fisico ed energetico, nonché sede della Coscienza e del “cervello viscerale”. Allora corpo ed umore migliorano anche perché avviene una nuova connessione con il nostro centro: ci si concentra su se stessi (anche solo dedicandosi il momento dell’auto-trattamento) lasciando indietro per qualche minuto le turbe ed i problemi della vita quotidiana.

Quindi… tonificazione e rilassamento in un’unica, semplicissima pratica!

Da usare come “rimedio di emergenze”, o tutti i giorni per curare piccoli problemi

Ogni momento è buono per dedicarsi qualche minuto di questo auto-massaggio, per ricaricarsi e rilassarsi. Anche in “emergenza”: senso di spossatezza improvviso, sensazione di essere sommersi dagli impegni e di non farcela, fatica cronica.

Facendolo tutti i giorni, invece, si agisce in profondità sull’intestino, su problemi renali (sostiene il jing, il qi ed il sangue dei reni), su problemi ossei (anche midollari), sul tratto urinario e sugli organi genitali (impotenza, scarso desiderio, “dimenticanza” dei genitali).

Inoltre è un toccasana per il sistema linfatico, permettendo l’eliminazione delle tossine.

Che dire…. rimane solo il farlo!

 

Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *