Il Mese della Milza in medicina cinese: vivi il presente

Nel 2018, il 15 maggio inizia il quarto mese del calendario lunare. Nel Tao, quando si coltiva la propria parte fisica questo, è un buon tempo per dedicarsi alla Milza.

La  medicina ufficiale non ritiene quest’organo indispensabile e ne suggerisce l’asportazione abbastanza facilmente (come accade anche per la cistifellea). Come ogni altra parte del corpo, essa è invece preziosa per comprendere l’equilibrio complessivo del sistema fisico e psico-emotivo… forse anche più di altri organi.

La Milza, infatti, rappresenta il centro.

La concezione taoista va oltre il funzionamento meccanico dell’organo e ci porta ad una funzione di sostegno energetico e radicamento che ha luogo nel plesso solare (e nel suo punto corrispondente sulla colonna vertebrale, sotto la vertebra T-11). Centro longitudinale del nostro copro fisico, il plesso solare è anche il punto dal quale ci si apre alla relazione con l’altro da sé: questo è uno dei duali fondamentali. E’ bene averne una chiara esperienza e comprensione in questa vita.

Clicca i link per scoprire di più sulla Milza.

La milza teme l’umido, che si manifesta nel corpo con il catarro ed il muco e nella mente con il dialogo interiore ed i pensieri ricorrenti, oltre che con la preoccupazione. Una milza in equilibrio  aiuta il radicamento e il godimento del momento presente.

Un semplice esercizio

Il punto M-6 su questo meridiano si chiama anche “l’incontro dei tre yin (san yin jiao)”, per il fatto che qui si incrociano i meridiani di Fegato, Rene e Milza. Un punto eccellente per il rilascio dell’umidità, il fattore climatico che più affligge quest’organo e che si identifica anche con un dialogo interiore logorante. Quando questo dialogo interiore viene quietato, lavorando su questo punto, si ottiene maggiore chiarezza mentale. Ecco come avere uno strumento per formulare chiaramente le proprie intenzioni (potere YI) e lasciare che le cose intorno si organizzino per realizzarle. Anche questo è essere consapevoli del presente e goderlo.

NOTA: in caso di gravidanza questo punto NON VA MAI STIMOLATO.

Di sostegno per il sistema digerente, usato spesso in unione con un altro celebre punto del meridiano di stomaco: St-36 zu san li.

M-6 (scopri come trovarlo in figura) ha un suo effetto sui tutti e tre gli organi yin. Questo punto è di grande efficacia per trattare problemi sessuali (legati all’elemento Terra): impotenza e scarso desiderio, prolasso uterino, crampi mestruali o infiammazione alla prostata spesso sono alleviati dal massaggio a questo punto. Infatti, esso sostiene il jing.

Massaggiare questo punto, 8 volte in senso antiorario ed 8 in senso orario, significa prendersi cura del proprio centro e della propria vitalità. Significa sostenere il proprio jing ed avere un radicamento più chiaro con il proprio momento presente.

Completa 3 set di 8 massaggi in un senso ed 8 nell’altro, una volta al giorno per almeno 1 settimana. Goditi i risultati di questa pratica di pochi minuti e lascia andare tutti i tuoi pensieri.

Buona pratica.