Intestino tenue

L’intestino tenue o piccolo intestino è l’organo più lungo di tutto l’apparato digerente. In medicina tradizionale cinese è un viscere (Fu) yang e fa parte della loggia dell’elemento Fuoco (è un Fuoco Imperiale, fa coppia con il meridiano del Cuore (che è un organo Zhang). Da notare le similitudine fuzionale nella fase di pompaggio (la peristalsi) e di diffusione.

La stagione corrispondente a questo elemento è l’estate, il colore il rosso. L’orario di massima attivazione del meridiano e tra le 11 e le 13; l’animale zodiacale corrispondente la Capra.

E’ lungo oltre 8 metri e completamento disteso (considerando anche i villi e le anse) coprirebbe una superfice di oltre 350 mq.

L’intestino si prende carico dell’assorbimento dei nutrienti provenineti dallo stomaco (si dice che “separa il chiaro dal torbido”), facendosi sostenere dallo yang di milza per l’estrazione dei nutrienti dal cibo e dallo yang di rene per l’estrazione di quelli dai liquidi. Spesso turbe a carico del”intestino sono riconducibili a questi due organi.

Anche l’eccesso di calore del Cuore (dovuto alle emozioni, attacchi di panico, aritmie) può diffondersi a livello dell’intestino ostacolandone la funzione estrattiva. Calore e Freddo sono i patogeni più temuti dal viscere.

Per quanto riguarda al funzione di assorbimento è interessante notare la connessione che esiste tra cervello ed intestino tenue: infatti nell’intestino giace una grossa parte del sistema nervoso centrale (denominata plesso enterico) che fornisce feedback al cervello (cui, tra l’altro, somiglia molto nel suo avvolgersi in anse). La buona salute dell’intestino manifesta salute nel come si assorbono gli eventi della vita. Nel Tao, oggi, sono disponibili tecniche per il rilassamento e la connessione del nervo vago: questo genera chiarezza e gioia in questo aspetto della propria vita.

E’ interessante notare, infine, che questo meridiano è il più lungo tra quelli di mano: per questo, insieme a quello di cistifellea (il più lungo di piede), formano il livello energetico Tai Yang (grande Yang).

Il percorso del meridiano inizia nel bordo ungheale esterno (più lontano dal palmo) del mignolo. Risale il lato esterno del polso e dell’avanbraccio fino all doccia ulnare (il punto che duole quando si urta); arriva poi sulla parte posteriore dell’articolazione scapolo-omerale e  compie una bella M sulla scapola; sale ancora lungo il collo e prosegue verso lo zigomo ed il padiglione auricolare.

In figura risulta più semplice seguirne il percorso.

Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 + 5 =