Intestino crasso

L’intestino crasso è un organo cavo (fu) e quindi yang. L’orario di massima attività del meridiano è tra le 5 e le 7 del mattino.

Collegato al tenue (Fuoco, che lo controlla), riceve da questo e compie la differenziazione finale tra ciò che è utile (per lo più liquidi) e ciò che non serve più. In questo, si riconosce la funzione del Metallo.

Infatti come il Polmone (organo dell’elemento Metallo) questo viscere si espande e si contrae (peristalsi) per tenere e lasciar andare. Si veda l’analogia di funzionamento sia fisiologico che energetico.

L’elaborazione del lutto è sempre un misto di sorpresa e di incapacità di fa cambiare le cose: questo dà vita alla tristezza (emozione del viscere). E’ per questo che il Huangdi neijing lo chiama anche “il ministro del trasporto”: veicola la vita quando si fa resistenza. Questa capacità dell’intestino crasso è miracolosa, così come è miracolosa la stitichezza che attanaglia la vita di così tanti persone nei tempi di oggi: in tanti hanno il tempo per rimanere la bagno per pulirsi e farsi bellei, preparandosi per la giornata. ma pulire l’interno del corpo non sempre viene percepito come una priorità. Eruzioni cutanee e mente lenta (morbosamente attaccata a certi “ideali”, ma anche semplice lentezza di pensiero e di risveglio) sono riconducibili all’intestino crasso. Così come alcune astenie fisiche (naturali in caso di lutto).

I problemi più comuni sono il calore umido e la secchezza.

Trasportare le anime lontano da ciò che non è più necessario: ecco a cosa serve l’intestino crasso.

Per attivare questo viscere è molto utile fare almeno 10 respirazioni profondo, 2 volte al giorno. Per la relazione con il Metallo ed il Polmone, l’intestino crasso si vivifica e rilascia ciò che non serve più.

Il Meridiano comincia sul bordo ungueale interno dell’indice e sale sul bordo del dito e della ano fino alla prominenza tra pollice ed indice (c.d. tabacchiera). Risale l’avambraccio lungo il bordo radiale, raggiunge il gomito nel punto dove c’è la fossetta con il braccio piegato a 90 gradi.
Prosegue lungo la porzione laterale del braccio fino alla depressione che si forma con il braccio piegato. Sale sopra la spalla tra clavicola, acromion e spina scapolare. Prosegue sul collo l’Intestino Crasso attraversa diagonalmente lo sternocleidomastoideo, attraversa la mascella inferiore e sale in diagonale lungo la guancia fino ad un punto nella piega sotto al naso.

Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − tre =