Cuore

Il Cuore è un organo cavo, che nel Tao si chiama xin ed è l’unione di Mente-Razionale e Cuore-Emozionale.

E’ posto al centro della cavità toracica, nel dan tian intermedio. Più precisamente, nel mediastino medio: tra lo sterno e le cartilagini costali che lo proteggono come uno scudo davanti, mentre la colonna vertebrale lo sostiene dietro. E’ appoggiato sul diaframma, che lo separa dai visceri sottostanti. Nel taoismo è la sede del Palazzo Imperiale, dal quale partono i comandi per il resto del corpo.

Ideogramma di Xin

L’organo è collegato all’elemento Fuoco, nella fattispecie si dice essere il Fuoco Imperiale. Il suo colore è il rosso. L’ora di massima attivazione è tra le 11 e le 13.

Il suo compito fisiologico è pompare il sangue nei vasi sanguigni, per portare nutrimento fino ai confini del corpo e far defluire il sangue dalla periferia al centro, con lo scopo di caricarlo nuovamente di ossigeno ed emoglobina. Per questo viene detto l’Imperatore del corpo dal huangdi neijing, che propone il parallelo tra il nutrimento portato dal sangue ed i decreti imperiali. Essendo l’imperatore ha bisogno di un palazzo, il Pericardio, che lo protegge e trasmetta chiaramente i suoi ordini. Il Cuore è il ponte di unione tra l’Umano ed il Divino. E’ la sede dello shen, la scintilla che dà vita alla materia corporea. Qui si rintraccia il contatto con la propria missione personale ed il Tao.

Oggi si sa che il Cuore produce il campo magnetico più potente del corpo, addirittura più intenso di quello prodotto del cervello: questo, nel Tao, si dice “l’emozione confonde l’intenzione” (potere Yi). Quando il Cuore è fuori equilibrio, debole e vacillante oppure brucia di un Fuoco molto intenso può accadere che il panorama emotivo si fa ribelle: i sintomi sono che si parla molto, si passa attraverso gli avvenimenti senza goderseli oppure si manca di entusiasmo e non si vive appieno la propria vita. Un Cuore equilibrato è la casa della Gioia e Condivisione, oppure quando è in disequilibrio accoglie crudeltà, intolleranza, fretta o senso di mancanza di scopo, poca vitalità.

Il germoglio del Cuore è la lingua: importantissima per la comunicazione, è anche uno dei metodi diagnostici per conoscere lo stato di salute complessivo degli organi interni. Inoltre, la maniera in cui si parla è un indicatore dello stato di equilibrio del Cuore, così come il colorito del volto.

Il Fuoco è l’elemento dell’estate, per questo in questa stagione il Cuore si trova sotto sforzo e occorre prestare particolare attenzione al calore: è salutare, onorando il Fuoco, svegliarsi presto al mattino e dormire tardi la sera, ma bisogna evitare di esporsi all’afa nelle ore più calde della giornata ed occorre mangiare cibi ricchi di acqua e dal sapore aspro o amaro.

Il viscere del Cuore è l’intestino tenue, che si incarica dell’assorbimento dei nutrienti a livello più grossolano (cibo anziché sangue, comunque ambedue aspetti yin rispetto ad aria e qi).

Il meridiano di Cuore è formato da 9 punti superficiali: parte da sotto l’ascella, corre all’interno del braccio (Cuore è un organo yin) e termina nel bordo ungheale interno del mignolo.

Condivisioni