Cistifellea

colecisti-entity-tao-roma

La cistifellea (detta anche colecisti o vescicola biliare) è un piccolo organo che aiuta la digestione immagazzinando la bile prodotta dal Fegato. Fa parte della loggia dell’elemento Legno, l’espansione primaverile ed il tuono.

In caso di malfunzionamento di questo piccolo viscere, i medici occidentali possono facilmente consigliarne l’asporto. In medicina tradizionale cinese, invece, è un organo indispensabile, oltre che organicamente, nel processo decisionale e realizzativo.

L’animale zodiacale associato è il topo, l’orario di massima attività della marea energetica è dalle 23 all’1 del mattino. Da notare che questa è la prima ora dell’orologio cinese. Come il topo ama lavorare in gruppo e sa districarsi con abilità in ogni difficoltà, una vescicola biliare equilibrata governa la realizzazione dei piani dell’imperatore (il Cuore, che conferisce l’incarico della progettazione al Fegato) e coordina gli apporti energetici per la concretizzazione delle idee. E’ il meridiano con più agopunti nella zona cranica, a significare la sua influenza sulla Mente Razionale (e come quest’ultima sia causa di blocchi sul meridiano).

Cosa governa questo meridiano

Un disequilibrio di cistifellea può portare quindi ad indecisione e frustrazione, timidezza, scoraggiamento e facile resa di fronte a difficoltà anche piccole e mal di testa.

Oppure, attenzione maniacale ai dettagli che impedisce un progresso fluido della realizzazione. E’ un disequilibrio che colpisce anche stomaco e milza, impedendo la digestione delle situazioni e inaridendo il terreno nel quale le decisioni hanno necessità di ricevere riparo per portare frutto. Non per niente, nella colecisti si formano i calcoli: i famosi e temutissimi sassolini, vera concretizzazione di un rimuginare e dell’eccessiva stasi di azione e mancata circolazione del pensiero (accumulo di calore-umidità).

Questo viscere è co-responsabile energeticamente della secrezione degli enzimi digestivi, del fuoco gastrico necessario per cuocere il nutrimento che viene dagli alimenti. Quando la colecisti è in equilibrio, supporta una digestione regolare. E’ vero anche il viceversa: se la digestione è faticosa, si può cercare la ragione di questa fatica nella cistifellea.

Il meridiano corre lungo i lati del tronco, supportando un addome libero ed una respirazione regolare: regala una casa accogliente al Polmone, al Cuore ed ai visceri, connettendoli con la forma pensiero. Un meridiano di colecisti equilibrato apre il petto e libera il diaframma, regolando, appunto l’azione di Polmone.

La paura ha una forte influenza su questo meridiano, generando tutti i sintomi psichici ed avendo un’azione diretta sui punti delle gambe (sopratutto irrigidimento del tensore della fascia lata, difficoltà nella flessione del ginocchio e della caviglia, per i quali si consiglia un massaggio su VB-34, nel mezzo dei punti di contatto di tibia e perone in alto, solitamente doloroso). Per sciogliere la paura, torna utile la gratitudine del Cuore: il fuoco che disgela il ghiaccio secco di questa emozione. Gratitudine per vedere realizzati i propri progetti, ma soprattutto per vedere svolgere il grande progetto universale, di cui si è parte come un fiore profumato.

Percorso del meridiano

Il percorso del meridiano si può agevolmente seguire in figura: ha inizio dal viso nell’angolo esterno dell’occhio; passa sulla parte temporale della testa, dietro l’orecchio, nella parte laterale posteriore del collo, tra la clavicola e la scapola, a lato del torace, nella parte esterna della gamba per finire nell’angolo esterno dell’unghia del dito. un punto particolare è quello al centro della natica: Spesso doloroso da premere, è utilissimo stimolarlo per aprire il kua inferiore.

 

Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 + 14 =