L’auto massaggio plantare

Fin dall’antichità, anche in Cina ci si accorse che organi ed apparati del corpo hanno un riflesso nella pianta dei piedi: massaggiando alcuni punti, si ottenevano benefici per specifiche parti del corpo.

Un massaggio per tutti

E’ stata da sempre una possibilità nelle mani di chiunque, soprattutto del popolo che, poco istruito e con poche risorse, si tramandava questo semplice ed efficace modo per auto-trattarsi e per stare bene. E per prevenire le malattie.

Senza arrivare alle profonde tecniche e teorie della riflessologia, sfregare il piede e massaggiare i punti doloranti genera un effetto di sollievo immediato per tutto quanto il corpo: migliora la circolazione di sangue e qi, alleggerisce la caviglie e le gambe, allevia dolori alla schinea ed all’anca, armonizza le funzionalità degli organi, mitiga le forti emozioni e lo stress, aiuta in caso di insonnia, mantiene vigile il sistema immunitario e favorisce lo smaltimento delle tossine. Ed in più… è rilassante!

Come fare

Semplicemente, come in figura, si mette il piede sul ginocchio e lo si sfrega vivacemente con la mano opposta. Questa operazione dura qualche minuto, fino a 5. Si noteranno dei punti che manifestano più sensibilità o piccoli dolori. Massaggiare delicatamente questi punti, per lasciar andare le tensioni e liberare la vitalità bloccata. Ripetere con l’altro piede.

Si consiglia prima di dormire, come momento intimo di raccoglimento prima del sonno, affinché sia davvero ristoratore.

Si consiglia ogni volta che si voglia essere in pace, essere presenti, essere se stessi.

Condivisioni

Comments 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − 6 =